CIV
FIR

UNDER 16: BASSANO vs SUDTIROLO 36 – 35

BASSANO vs SUDTIROLO RUGBY:

IL LIBERO ARBITRIO.

In ritiro dal giorno prima sulle colline circostanti la cittadina veneta, per cementare un già solido spirito di gruppo e per mettere a punto gli aspetti tattici e tecnici di una sfida decisiva per il primato in classifica, domenica 31 gennaio 2016 gli Scudieri guidati dal Professor Mosè scendono in campo concentrati e decisi.
L’inizio dei biancorossi è folgorante: catturato l’ovale sul calcio d’invio, i bolzanini costruiscono subito un’azione rapida e penetrante che con pochi e precisi passaggi li porta subito in meta.
Nei primi 15 minuti si assiste ad una vera e propria lezione di rugby, ogni rilancio avversario viene intercettato con sicurezza, la linea difensiva è schierata a tutto campo e i placcaggi sono efficaci quanto le veloci e ordinate ripartenze e i ragazzi di Bolzano, segnano e trasformano altre tre mete, tutte con belle azioni manovrate.

Il nervosismo comincia però a serpeggiare in tribuna, da dove il pubblico di casa rumoreggia e addirittura apostrofa gli ospiti con epiteti come “crauti” e “tedeschi”. Possibile che una squadra senza blasone venga a darci lezioni?

Inaspettatamente, mentre il Bassano cerca di imbastire una reazione degna del suo valore che non è in discussione, gli Scudieri, facendo leva sul concetto filosofico del libero arbitrio, che ha come presupposto la libertà dell’uomo nella scelta dei propri comportamenti, optando tra il bene e il male grazie alla volontà guidata dalla ragione, scelgono di cambiare tattica.

Prima coprono deliberatamente alla vista dell’ignaro direttore di gara un pallone che rotola in avanti prima di essere schiacciato in meta da un avversario, dando inizio alla rimonta. Poi spostano l’asse del proprio schieramento in touche per riallineare le rimesse asimmetriche degli avversari. Inoltre, per concedere la superiorità numerica agli avversari per 30 minuti, si procurano, in qualche modo, ben tre cartellini gialli. Deprecabile poi la scelta di ricorrere al fallo sistematico per far giocare la squadra avversaria con il vantaggio per la quasi totalità del secondo tempo e provocare una pseudo-paresi al braccio del sempre ignaro direttore di gara, costantemente rivolto verso la squadra di casa. L’aureola di Don Dario cade a terra tra i radi fili d’erba. In questo sconcertante contesto il Bassano riesce e coronare la sua rimonta vincendo la gara per un solo punto.

Alla fine di una giornata difficile per lo sport del fair-play torna di attualità la tematica a lungo discussa sulla capacità dell’uomo di gestire la facoltà del libero arbitrio.

SQUADRA: la solita

ALLENATORE: il medesimo

ACCOMPAGNATORE: sempre quello ma senza aureola

PRESS: Moonari in versione “asceta”

 

index

Categorie: HomePage, Under 16

U16 16/02/2020 Sudti

[ngg src="galleries" ids="296" display="basic_slideshow"]  Della serie: il buon giorno non si ...

U16 08/02/2020 Sudti

[ngg src="galleries" ids="295" display="basic_slideshow"] Partita, quella di sabato 8 febbraio, che ...

U16 12/01/2020 Sudti

[ngg src="galleries" ids="294" display="basic_slideshow"]  O i nostri U16 hanno festeggiato poco ...

STAGIONE 2019-2020.

RUGBY DI BASE UNDER 6: 10/11/2019 Raggruppamento-1^fase-4^g. Rovereto (TN) campo sportivo loc. ...

U16 22/12/2019 Sudti

[ngg_images source="galleries" container_ids="293" display_type="photocrati-nextgen_basic_slideshow" gallery_width="680" gallery_height="520" cycle_effect="fade" cycle_interval="5" show_thumbnail_link="1" thumbnail_link_text="[Show ...