CIV
FIR

Sudtirolo Rugby

Sito ufficiale del Sudtirolo Rugby ASD

U16 28/10/2018 Sudtirolo Rugby vs Villadose Rugby 33-0

Sudtirolo vs. Villadose 33 – 0
Il tempo non ci aiuta, piove come nemmeno un cactus nel deserto lo desidererebbe!!! Piove poi è un eufemismo. Parte il Villadose con il calcio d’inizio e subito riescono a mettere la giusta pressione ai biancorossi e a portare il gioco nei nostri 22 metri. I nostri cercano di reagire ma in tutta la macchina che dovrebbe essere pronta a partire c’è solo il pieno di carburante e la chiave inserita, manca il resto. Pao calcia per spostare il gioco altrove e viene intercettato, cavoli, non c’è verso di spostare il gioco oltre la metà campo. Il Villadose pressa ancora e complice l’acqua che rende a palla scivolosa commettono un “in avanti” che viene segnalato dall’arbitro; mischia comandata ma sempre sui nostri 22 metri, Ivan introduce, conquistiamo palla e poi finalmente si riesce a varcare il confine di metà campo. L’arbitri fischia un placcaggio alto da parte degli ospiti e ci concede un calcio che Pao manda fuori, alla sua sinistra: touche. Franz si occupa della giocata, siamo vicini ai 22 metri avversari, conquistiamo palla e Morbido la fa sua, come anche la difesa che cerca di opporgli resistenza ma Morbido lo è solo di nome, la testa è di un ariete, ma quando ne ha tre attaccati ai pantaloni è costretto a passare palla e qui la squadra riesce a sostenere e sviluppare il gioco che permette poi ad Aaron di andare a segnare la prima meta, sull’estrema sinistra della H. Lama non riesce nella trasformazione data l’angolazione del calcio. Il Sudtirolo preme ancora, la sete non si fa sentire vista l’acqua in abbondanza ma è la fame (di mete) che comincia a manifestarsi cercando di portarsi e restare oltre la metà campo avversaria. In un tentativo di salita da parte dei giovani Scudieri l’ovale esce lateralmente (compreso il giocatore biancorosso) e il solito Franz provvede alla touche e in base allo schema chiamato da capitan Riccardo la squadra si dispone, conquistano palla, ne nasce una maul che col giusto abbrivio da portaerei riesce a sfondare la difesa avversaria e segnare la seconda meta. Lama, trasforma poi in sicurezza. L’acqua continua ad essere presente e la squadra biancorossa pure, buon possesso di palla, passaggi ben riusciti e precisi ma che non sono sufficienti a “domare” gli avversari veneti. Il Villadose pressa e confina i biancorossi quasi sulla nostra linea di meta; Pao con un calcio ben piazzato libera la pressione avversaria e manda l’ovale lungo la fascia sinistra e fuori dal campo, si va per una touche. L’azione viene però fischiata dall’arbitro e si riparte con una mischia comandata e introduzione del Villadose. L’ovale viene conquistato dai veneti che subito si fiondano verso i nostri 22 ma la difesa biancorossa è ben salda, anche troppo. Placcaggio alto da parte dei biancorossi, calcio di punizione in favore dei veneti che mandano la palla fuori dal campo per una successiva touche vicino ai nostri 22 metri. Anche in questa occasione il Villadose non riesce a bucare la difesa biancorossa che fa suo l’ovale per ripartire verso la linea di meta avversaria. Buoni i passaggi, il sostegno ed il ricicli di palla che permettono ad Aaron di andare in meta; Lama trasforma. Il Villadose riparte dopo la meta subita, ma la palla viene raccolta dal nostro estremo che sale un primo tratto di campo, ora il testimone è passato nella mani di Franz e si avanza, poi Pao, poi Ricky, nuovamente Pao che finalmente conclude la bella azione di squadra. Ovale posato sotto la H, Lama trasforma. I biancorossi continuano incessanti con le azioni di gioco ed ora tutta la squadra si muove all’unisono, pronti ad oltrepassare ancora una volta la difesa avversaria che però è attenta e ben disposta. Complice l’acqua, che non ha mai abbandonato il campo, l’ovale sfugge dalle mani di Morbido a pochi metri dalla linea di meta. Mischia comandata. Nulla da fare, il Villadose è ben attento e ha deciso di vendere cara la pelle, difficile sfondare la loro difesa. Ora sono i veneti che riescono a portarsi oltre la metà campo ma l’ovale finisce tra le mani di Massimo che si mette a correre per andare in meta, dribla a destra e a sinistra e corre, corre, corre e corre…….Forrest fermatiiiii!!!!! E’ andato oltre la linea di meta, meno male c’era il muro a delimitare il campo, altrimenti attraversava la via Druso :-)!! Meta mancata, è uguale. I giovani Scudieri però sono ancora affamati e cercano in ogni modo di andare in meta ed è sempre da un’azione di squadra che permette prima a Massimo di avanzare oltre la linea di metà campo, passare la palla a Vinny per permettere ad Aaron di andare a segnare un’altra meta. Ora il direttore di gara fischia la fine del primo tempo che vede il Sudtirolo in vantaggio per 33 a 0 sul Villadose. Alla ripresa del secondo tempo l’arbitro convoca i due capitani e viene deciso di terminare così l’incontro poichè l’infortunio subito da un giocatore del Villadose, che era senza riserve, non ha permesso ai veneti di concludere la partita. Peccato. Fare una trasferta con ore di viaggio e rinunciare al gioco per la mancanza di riserve è davvero spiacevole, ma da buoni rugbisti si fa questo e anche altro pur di giocare pur sapendo che il meteo non sarebbe stato per niente clemente. Siamo/sono rugbisti o genitori di rugbisti, abituati a tutto o quasi.
Ciò a qui io non mi sono ancora abituato è di avere un campo tutto nostro, una clubhouse nostra, senza dover chiedere nulla a nessuno, senza dovermi sentire ospite in quella che mi è stata data come “casa” seppur temporaneamente e soprattutto non mi sono abituato a quella sensazione di inferiorità nell’ospitare le squadre che vengono a giocare da noi e poterle ricambiare con una sala al chiuso nella quale i nostri ragazzi, perché di ragazzi dai 18 anni in giù si sta parlando, possono mangiare un piatto di pasta al caldo specie in giornate come quella di oggi, ricambiare con un terzo tempo che sia degno di essere chiamato tale senza dovermi sentire la Cenerentola di turno in una provincia/comune come quello di Bolzano dove le risorse non mancano. Ma siamo rugbisti, abituati a tutto anche all’impossibile. (A.L.)

In Campo: Di Stefano Ebnicher Massimo, Astorino Vincenzo Pablo, La Mantia Riccardo, Paolazzi Davide, Norzi Mattia, Sotomayor H.J. George, Da Col Ivan, Valenti Leonardo, Dal Checco Riccardo (C), Guerra Aaron, Ramaroli Giulio, Perathoner Alan, Rega A. Riccardo, Vasarri Francesco, Gargiulo Josè Gregorio, Azamfirei R. Lorenz, Scuderi Philip, Fleckinger Philip, Lazzarotto Francesco, Lubian Christian, Desiderio Lorenzo, Caroli Marco.
Allenatori: Stefano Di Stefano – Marco Cosi
Accompagnatori: Barbara Merler

Categorie: HomePage, Under 16

TESSERAMENTI STAGIO

INFO  TESSERAMENTI (per scaricare gli allegati che sono talvolta in ...

Partite del 18/11/20

UNDER 16 18/11/2018 3°gir.ter._4^g.a. Noriglio Rovereto (TN) h. 10.00 LAGARIA ...

Partite 10 e 11/11/2

UNDER 14 10/11/2018 8°gir.ter.-1^f._3^g. Bolzano (BZ) h. 17.00 v. ...

Partite 28/10/2018

UNDER 14 27/10/2018 8°gir.ter.-1^f._1^g._Noriglio Rovereto (TN) ...

Partite 04/11/2018

SENIORES 04/11/2018 C2 gir.2-1°gir.ter._4^g.a. ...

U16 28/10/2018 Sudti

[ngg_images source="galleries" container_ids="287" display_type="photocrati-nextgen_basic_slideshow" gallery_width="680" gallery_height="520" cycle_effect="fade" cycle_interval="5" show_thumbnail_link="1" thumbnail_link_text="[Show ...